Sei un atleta “Master”? O semplicemente un Over 45 che pratica uno sport per pura passione? Nella mia esperienza di preparazione psicologica per atleti ho avuto occasione di lavorare più volte con sportivi “Master” o “over 40” e di comprendere quanto essi siano caratterizzati dall‘ambizione di sentirsi ancora competitivi e da un forte desiderio e curiosità di apprendimento! La preparazione mentale  – spesso approcciata con curiosità e dedizione – non rappresenta per tali atleti un asettico strumento per arrivare ad un risultato, bensì un affascinante percorso utile a migliorarsi ogni giorno nello (ed attraverso) lo sport; Funzionale, inoltre, ad aumentare la propria conoscenza delle dinamiche che intervengono nelRead More →

Il Mental Training per giovani atleti L’allenamento mentale è un’attività rivolta non soltanto ad atleti d’elite, ma anche a giovani o giovanissimi atleti. Il Mental training, infatti, garantisce la possibilità di lavorare su molti aspetti determinanti nella crescita dei ragazzi, sia sul piano prettamente sportivo, che su quello personale e scolastico. Un programma di questo tipo agisce infatti su: Autostima Autoefficacia Assertività Motivazione allo sport e definizione di obiettivi di crescita Gestione emotiva Gestione delle relazioni con compagni o staff Attenzione e Concentrazione Gestione dello stress sportivo Gestione dell’ansia da prestazione Gestione della sconfitta e dell’errore Un percorso di Mental Training aiuta il giovane atleta:Read More →

Ecco perché il Mental Training sportivo può aiutare i ragazzi nello studio Una delle domande più frequenti che mi vengono rivolte dai genitori di giovani atleti che accedono al servizio di Mental Training, è la seguente: ” Scusi Dottore, ma le attività che fate insieme per lo sport, sono poi utili anche a scuola?” La risposta è affermativa ed in questo post voglio spiegare alcuni motivi per i qual il mental training sportivo abbia ripercussioni positive anche nella scuola. ► Se parliamo di gestione dell’ansia da prestazione, è chiaro che la possibilità di comprendere meglio le dinamiche sportive (personali e  contestuali) che determinano l’attivazione diRead More →

Allenarsi a riconoscere i pensieri automatici nello sport. Parlare a se stessi in termini negativi e pessimistici conduce l’atleta a pensieri intrusivi disturbanti capaci di comprometterne la prestazione.  Per le persone in generale, e per uno sportivo in particolare, riuscire a rispettarsi, a fornire mentalmente a se stessi input giusti prima, durante e dopo una gara o una “prova” significativa nella vita o sul lavoro può essere veramente decisivo.  Un dialogo interno positivo, come dimostrato anche da un recente studio di cui ho parlato qualche settimana fa, protegge e stimola le risorse personali che sono fondamentali nell’ottenere risultati e fornire prestazioni di qualità.  Evitare diRead More →