L’Atleta deve essere consapevole, prima di poter essere vincente

Non basta il talento per raggiungere la vittoria. Serve prima potenziare la propria consapevolezza

Si parla continuamente di mentalità vincente e di atleta vincente, ma poco o nulla della qualità più importante, capace di determinare incrementi della performance: la consapevolezza.

Lo scopo principale di un percorso di preparazione mentale è infatti, in primis, l’acquisizione di tale essenziale ingrediente, necessario alla piena manifestazione del talento.

Essere consapevoli significa:

  • riconoscere ed interpretare le dinamiche che producono stati d’animo e comportamenti
  • scegliere con lucidità la tecnica o la strategia giusta da utilizzare.
  • autoregolarsi, a conoscere le dinamiche dell’attivazione e quelle emotive e cognitive legate alla performance
  • interpretare le sensazioni muscolari e corporee
  • capire ciò che accade alla mente in presenza di stati di tensione, ansia e paura
  • orientare gli sforzi per raggiungere un obiettivo con metodo
  • rendersi consapevoli di cosa significhi a livello corporeo e psicologico un allenamento mal regolato nelle fasi di recupero
  • comprendere il nesso tra pensiero ed azione, tra sincronia e attenzione. 
  • acquisire competenze ed accrescere la propria conoscenza
  • sviluppare autonomia e capacità di osservazione degli eventi, con adeguata vigilanza.
  • attivare le precondizioni necessarie ad raggiungere stati di flow, anche attraverso strategie preventive
  • lavorare con pragmatismo al proprio benessere fisico e mentale

Non può esistere probabilità di vittoria e costanza di risultato, in assenza di consapevolezza.

 

Dottor Fabio Ciuffini
Psicologo dello Sport

Ricevimento:
Altopascio (Lucca), 
Via Firenze 115

(Mar 9-21, Mer 9-21
Sab 8.30-18)

Pistoia, Via Cappellini, 18
(Giovedì 9-21)

Tel. 3200298136

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.