Un mio pezzo pubblicato su www.calcioscouting.com Allenatore, società e regole nei settori giovanili: ecco perché è determinante la coerenza Sappiamo bene quanto una delle richieste maggiormente avanzate ai ragazzi da mister e dirigenti sportivi negli ambienti calcistici giovanili sia il “rispetto delle regole”, considerato ragionevolmente come uno dei veri baluardi della vita di un gruppo. Nelle tipiche riunioni e manifestazioni di inizio anno, quando vengono presentate le squadre, le attività della scuola calcio e gli obiettivi di una stagione, tale principio costituisce infatti nodo cruciale di ogni manifestazione d’intenti, nella volontà proclamata di crescere “uomini” e non solo “calciatori”. Seguire le norme significa assimilare concettiRead More →

Entrare “in fiducia” nel calcio: “dipende da ciò che penso o da ciò che capita?” Lavorando con giovani atleti e calciatori, noto che uno degli aspetti più importanti da potenziare è l’autoefficacia percepita (costrutto introdotto dallo Psicologo Albert Bandura), ovvero la convinzione circa la propria capacità di fare fronte in modo positivo ad un compito. Il potenziamento dell’autoefficacia garantisce lo sviluppo di un migliore senso di padronanza che il calciatore esperisce in ciò che fa, determinando quella che in gergo calcistico viene definito l’ingresso in uno “stato di fiducia”. “entrare in fiducia”, di fatto, significa attivare uno stato mentale positivo nel quale il giovane calciatore riesceRead More →

Psicologia&calciomercato: La capacità adattativa del calciatore Se facciamo una panoramica generale dei requisiti psicologici necessari ad inserirsi velocemente in rosa, non possiamo non tenere in considerazione un parametro che a mio avviso è molto importante nella selezione del giovane calciatore ovvero la sua capacità di adattamento al nuovo contesto di squadra.   Nonostante molti scambi ed acquisiti avvengano anche in estate sul fotofinish per logiche di mercato finalizzate ad ottimizzare il rapporto qualità prezzo (ma poi sarà davvero così?), c’è un particolare piuttosto importante che differenzia le sessioni di mercato di inizio stagione con quella invernale. Durante il mese di gennaio, infatti, la stagione sportiva èRead More →

Togliere un difensore per inserire un attaccante è una mossa che, normalmente, rappresenta per gli atleti un segnale piuttosto chiaro: Andate a vincere (in caso di pareggio) Cercate di recuperare (in caso di svantaggio) oppure Aumentate il Vantaggio, in caso di parziale punteggio favorevole. Ma è sempre così? E da cosa dipende la reattività della squadra al segnale lanciato dall’allenatore? L’inserimento di calciatori offensivi è di sua natura un rafforzamento del convincimento che la squadra sia legittimata ad aumentare ritmo ed intensità della manovra offensiva (per vincere o recuperare). Ma mentre nel caso della necessità di un recupero del risultato l’attacco deve farsi più insistente per definizione (si recupera solo seRead More →