Traumi alla testa: alterazioni cerebrali presenti fino a 6 mesi dopo l’infortunio Una Nuova ricerca presentata in questi giorni a Chicago dalla American Academy of Neurology e condotta dalla dottoressa Melissa Lancaster del Medical College of Wisconsin a Milwaukee , dimostrerebbe che le alterazioni cerebrali della sostanza bianca a seguito di commozione cerebrale, permangono negli atleti anche a distanza di 6 mesi, suggerendo una rivisitazione nei tempi di recupero. Lo studio ha coinvolto – nell’arco temporale delle 24 ore, 6 giorni oppure 6 mesi successivi all’incidente – 17 atleti che hanno subito questo tipo di trauma ed un gruppo di controllo di 18 sportivi, tuttiRead More →

L’atleta infortunato: 4 elementi che favoriscono la resilienza ed il recupero Una delle caratteristiche principali di un atleta che debba superare un periodo di infortunio è data dalla presenza di una stabile resilienza, intesa come capacità di fronteggiare la difficoltà in modo positivo e propositivo, cercando attivamente soluzioni in grado di facilitare il recupero, non solo dal punto di vista temporale ma anche in relazione al benessere psicologico individuale in fase di riabilitazione. Ma quali sono le caratteristiche dell’atleta resiliente? Tolleranza alla frustrazione: normalmente è frutto di un lavoro attento sull’elaborazione dell’infortunio e sul mantenimento di una percezione di se stesso quale atleta forte, nonostanteRead More →