Mental Training formativo per Allenatori


La preparazione psicologica per gli allenatori: obiettivi e tecniche


Nonostante il Mental Training sia un intervento rivolto prevalentemente agli atleti, la sua applicazione trova ampio spazio anche nell’allenamento psicologico per allenatori di qualsiasi sport.

Quando parliamo di performance, infatti, ci riferiamo non solo alla prestazione atletica, bensì anche a quella professionale e lavorativa in senso più ampio.


Il Mister, in effetti, si trova a dover gestire una serie di situazioni complesse, sia dal punto di vista sportivo che relazionale ed emotivo, all’interno di un processo fatto di obiettivi personali e di squadra/staff, da programmare e raggiungere. 

Ciò richiede inevitabilmente lacquisizione di competenze trasversali e comunicative, (le cosiddette social skills) che possono rappresentare la vera marcia in più di un allenatore preparato, non solo sul piano tecnico, ma anche da quello umano.

Soprattutto se facciamo riferimento all’allenatore-istruttore di settori giovanili ed alla funzione educativa che egli ricopre.

L’Obiettivo finale di un percorso di Mental Training per l’allenatore è quello di rispondere ad una serie di domande:
  1. Come reagisco agli eventi?
  2. Come mi vedono i ragazzi in questi momenti?
  3. Quali segnali trasmetto con le mie reazioni emotive?
  4. Come posso monitorarle e gestirle al meglio?
  5. Come posso adattarmi allo stress a cui sono sottoposto?
  6. Come posso migliorare la mia comunicazione verbale e non verbale coi ragazzi ed il mio staff?
  7. Come posso Favorire il raggiungimento dei miei e nostri obiettivi?
  8. Quali sono le “leve” che posso utilizzare per motivare i miei calciatori?

La preparazione psicologica per l’allenatore può avere in effetti diverse finalità ed applicazioni in relazione a:
  1. programmazione e definizione degli obiettivi personali, dell’atleta e/o di squadra a breve, medio e lungo termine;
  2. controllo emotivo e adattamento allo stress nelle varie fasi della gestione del collettivo e/o dell’evento sportivo
  3. monitoraggio del comportamento manifesto
  4. assertività, linguaggio e competenze comunicative verbali e non verbali
  5. mediazione e gestione del conflitto
  6. analisi motivazionale
  7. basi di mental training per l’atleta
  8. stili di leadership
  9. dinamiche di gruppo
Gli strumenti principali di intervento, utilizzabili nella preparazione psicologica del mister sono il colloquio formativo, le tecniche di rilassamento e di visualizzazione (imagery), esercizi, simulazioni, test e questionari, oltre all’osservazione supportiva diretta sul campo da parte dello Psicologo Sportivo.
Il fulcro del percorso formativo sta a mio avviso nella funzione “anticipatoria” e di analisi retroattiva compiuta mediante l’allenamento mentale, oltre che nell’acquisizione di competenze in grado di preparare un tecnico ad affrontare possibili situazioni di campo ed extra-campo  – determinanti rispetto agli esiti globali del proprio lavoro – , ma anche ad analizzare gli esiti di azioni e reazioni compiuti nella gestione quotidiana del collettivo e degli atleti

Per info e contatti


Se anche tu vuoi sapere “come funziona”,
richiedi un preventivo o un colloquio informativo presso il mio studio di Altopascio (LU) compilando il modulo sottostante o contattandomi al 
320-0298136
(anche tramite WhatsApp)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *