Ho letto questa frase di un intervista al grande Alex Zanardi pubblicata sul sito della Gazzetta dello Sport alcuni giorni fa, e mi ha colpito in modo particolare un passaggio, che evidenzio in grassetto… “Ho avuto modo spesso di parlare dei sogni. Se io in quell’ospedale di Berlino non avessi sognato, oggi non sarei qui a parlare con voi. E’ una cosa che ripeto spesso. Sognare da quando si è piccoli, quando si sta studiando sui banchi di scuola, non importa cosa. E continuare a farlo. NON SAI QUELLO CHE TI CAPITERÀ PIÙ AVANTI, POI PIANO PIANO LA COSA PRENDE FORMA DENTRO DI TE ERead More →

In senso stretto “essere aggressivi” significa sviluppare comportamenti diretti a provocare un danno fisico o psicologico a terzi allo scopo di ottenere una vantaggio personale o una posizione predominanate.  Nello sport “essere aggressivi” ha una valenza diversa e per certi versi molto più orientata, dato che aggredire sta per “attaccare, lottare con grande volizione ed agonismo” per raggiungere uno scopo prestativo o di risultato superando l’avversario. L’aggressività può infatti essere finalizzata ad un aspetto molto importante dal punto di vista sportivo, ovvero l’autoaffermazione (Galimberti, 2007). Il termine latino aggredior sta infatti per “cammino in avanti” ed indica in maniera chiara quanto l’aggressività sia di fattoRead More →

Fresh start effect: cos’è e come utilizzarlo al meglio nello sport Secondo alcuni studi di psicologia sociale, le persone sono fortemente influenzate dalla positività connessa con l’inizio di un nuovo anno in quanto il segnale di confine esistente tra passato e presente veicola la possibilità di sviluppare atteggiamenti più aperti e disponibili al cambiamento. Il Fresh Start Effect, il cui nome è attribuibile ad un recente studio pubblicato nel Management Science pone in evidenza anche l’efficacia di costruire una visione della propria vita maggiormente incline a dare spazio a piccoli step dettagliati piuttosto che ad individuare distanti obiettivi di lungo raggio, proprio allo scopo di rinnovareRead More →

Atleti: Obiettivi, questi sconosciuti! Sembra strano a dirsi ed anche a vedersi: molti atleti non si pongono obiettivi.  O meglio, restano spesso nel “vago” perseguendo i propri scopi in modo destrutturato, ovvero senza tempi, senza criteri valutativi, insomma senza metodo.  Eppure una delle basi fondanti di uno sport è proprio l’obiettivo: che si tratti di un certo risultato in una competizione programmata o di un obiettivo di crescita e potenziamento di abilità, mi è sempre parso evidente quanto la parola “metodo” sia, dal punto di vista psicologico, distante dalla quotidianità dello sportivo.  Certamente non tutte le società sportive hanno la possibilità economica di avere preparatori personaliRead More →