Equilibrio emotivo e comportamentale nell’atleta: la compostezza Ho sempre ritenuto che una delle caratteristiche mentali dell’atleta più “strategica” – sia a livello individuale che situazionale – sia quella che a me piace definire “compostezza“, intesa come capacità di mantenere un comportamento ordinato e “pulito” nei contesti in cui l’emotività potrebbe prevalere. Sappiamo che gli atleti possono avere differenti tipologie di profili emozionali, ma al tempo stesso è noto quanto sia importante, soprattutto in presenza di discipline open skills, riuscire a mantenere uno stato di equilibrio emotivo e comportamentale.  Esso, infatti, consente da un lato di mantenere un buon focus attentivo (e quindi una buona capacitàRead More →