Ehi coach! I tuoi ragazzi si divertono? Alcune considerazioni sul divertimento negli allenamenti di squadra Respirare il clima sociale e relazionale, “l’umore” presente in un gruppo è un fattore decisamente importante per capire quale possa essere l’esperienza di un ragazzo o di una squadra in una seduta di allenamento. Quest’ultima infatti richiede non soltanto applicazione ed impegno sul piano tecnico ed atletico, ma la necessità di creare presupposti psicologici essenziali all’apprendimento. Positività, serenità, clima di incoraggiamento, fasi alternate di massima applicazione e distensione sono tutti fattori che contribuiscono a facilitare l’acquisizione di competenze tecniche, tattiche, motorie. L’osservazione a bordo campo degli allenamenti è un’attività tipicaRead More →

Giovani talenti: Rinforzare autonomia e coraggio di rischiare Nel calcio e negli sport di squadra in generale, uno degli aspetti più importanti nella formazione del giovane atleta, è dato dallo sviluppo della capacità di “individuare soluzioni” che siano in grado di rispondere adeguatamente agli aspetti situazionali del gioco. Da un punto di vista psicologico i due processi alla base di questa attitudine sono il problem solving ed il decision making.Il giovane è chiamato ad analizzare in modo rapido e preciso il contesto di gioco che ha dinanzi necessitando di focalizzare naturalmente l’attenzione “dove serve” per fronteggiare la difficoltà che incontra. Dopodiché gli viene richiesto diRead More →

5 valide ragioni per lasciare ai bambini uno spazio di “libera creatività” nell’attività sportiva  Tutti i genitori che stimolano i propri figli a partecipare ad attività sportive hanno generalmente come obiettivo quello di inserirli all’interno di contesti in cui sia a livello educativo che in relazione allo sviluppo e sostegno del loro benessere psicofisico, essi possano beneficiare di attività organizzate e strutturate, ben coordinate da istruttori preparati allo scopo. In tutti gli sport, “pratica sportiva” fa rima con “disciplina, impegno e rispetto delle regole”, elementi utili ad insegnare i principi basilari di convivenza comune in contesti orientati verso specifici obiettivi di prestazione e di risultato.Read More →

Perché monitorare le motivazioni dei bambini nello sport La motivazione, nella pratica di uno sport, è una componente fondamentale.  Pertanto è essenziale valutare al meglio quali siano i desideri, gli obiettivi e la “carica propulsiva” che spinge un bambino o un giovane atleta a fare questo tipo di esperienza.  Il monitoraggio dell’aspetto motivazionale consente infatti ad istruttori e genitori di stimolarlo costantemente ad una partecipazione “attiva” agli allenamenti settimanali. Ma perché un bambino fa sport? In età compresa tra i 6 ed i 12 anni, le motivazioni essenziali sono di natura prevalentemente intrinseca, cioè guidate da aspetti soggettivi e personali di ricerca del divertimento, diRead More →