PsicoSportRehab (PSR) Riabilitazione psicologica post-infortunio     L’atleta infortunato può presentare nel corso della fase di recupero notevoli difficoltà correlate al senso di integrità che è stato “violato” dall’evento traumatico, determinando ritardi nei tempi della riabilitazione, paura di nuovi infortuni e timore del contatto fisico o dell’esecuzione del gesto tecnico. Oltre, naturalmente a stati di frustrazione e di privazione cui è costretto a causa dell’infortunio, La riabilitazione psicologica post-infortunio da me realizzata è un processo di consulenza  personalizzato (PsicoSportRehab) che prevede alcune sessioni di allenamento mentale finalizzate: ► ad affrontare le principali tematiche correlate all’evento   ► attuare strategie mentali pratiche (esercizi) in grado di aiutareRead More →

Vuoti di agonismo: Mantenersi allenati mentalmente Leggevo un’interessante intervista a Ashton Eaton, recordman mondiale nel Decathlon, in relazione alle proprie modalità di preparare le gare e di gestire se stesso sotto molti punti di vista (alimentare, psicologico, atletico etc,). Una delle difficoltà maggiori da lui riscontrate consiste nel gestire i periodi di assenza di agonismo, nei quali è chiamato comunque a duri e costanti allenamenti che non hanno tuttavia possibilità di “Sfogo” nella competizione. Per un atleta quest’ultima è essenzialmente un’occasione di feedback rispetto alla propria crescita, forma fisica e mentale ed anche un momento di valutazione globale delle proprie performance individuali (confronto con seRead More →

Equilibrio emotivo e comportamentale nell’atleta: la compostezza Ho sempre ritenuto che una delle caratteristiche mentali dell’atleta più “strategica” – sia a livello individuale che situazionale – sia quella che a me piace definire “compostezza“, intesa come capacità di mantenere un comportamento ordinato e “pulito” nei contesti in cui l’emotività potrebbe prevalere. Sappiamo che gli atleti possono avere differenti tipologie di profili emozionali, ma al tempo stesso è noto quanto sia importante, soprattutto in presenza di discipline open skills, riuscire a mantenere uno stato di equilibrio emotivo e comportamentale.  Esso, infatti, consente da un lato di mantenere un buon focus attentivo (e quindi una buona capacitàRead More →

La logica del rituale nello sport Ci sono sport nei quali l’utilizzo dei rituali viene di fatto insegnato già in piena fase di apprendimento tecnico. Nel tennis, ad esempio, mi capita spesso di incontrare ragazzi che hanno già sviluppato alcune “abitudini” con le quali sono soliti affrontare certi frangenti di gara: il ricorso all’asciugamano per interrompere un flusso di pensieri negativo è forse quello più gettonato! Quello che mi chiedo spesso, e che in realtà domando frequentemente ai  ragazzi con cui collaboro, è quanto tali rituali siano dotati di una simbologia soggettiva, ovvero un significato profondamente individuale (oserei dire unico) che distingua il proprio ritualeRead More →